sabato 23 luglio 2011


Oggi, 2011 di un secolo improbabile, assistiamo alla crescita di 2 specie del genere umano.
La prima costituita da EVOLUTI.
Tra questi artisti, pacifisti, uomini di cultura prestigiosi (ovvero tutti i credenti di una religione cosmica) che ci porterà lontano, molto lontano con la mente e con il corpo..
Ciò avverrà lentamente, molto lentamente, perché ad ogni passo fatto ci dovremo fermare per reiterare le nostre equazioni.
In tal modo manterremo l’equilibrio mentale, pur facendo nostre le vicissitudini che ci circondano.
Poi c’è un secondo gruppo, molto più numeroso, che si approfitta di deboli e incapaci a riflettere … perché corrono all’impazzata.
Queste azioni di corsa escludono “l’uso della ragione abbinata al cuore” e portano a reclutare militanti nell’Esercito degli INVOLUTI.
A questa categoria appartengono i soprusi di ogni ordine e grado, la mancanza di rispetto, la prevaricazione su tutto ciò che Vive, la mancanza di principi morali e la cooperazione fraterna.
Tutto questo per la corsa al DENARO, senza guardare in faccia nessuno.
E l’amicizia, il benvolere, le attitudini, viaggiano sull’ultimo binario perché prevale l’interesse personale, una pseudo forma di sopravvivenza immortale, a discapito di tutti.
Ma saranno i primi a soccombere.
L’esercito degli INVOLUTI, per le ore che stiamo vivendo, è temporaneamente Vincitore.
Credono nella nostra sconfitta (odierna) ma saranno spazzati via … e le loro lacrime detergeranno le ferite dei Veri Uomini, periti sotto i colpi delle loro armi … involutive.